La Rocca di aprile

11 04 2014

LaRoccaAprile_2014





Chi ha ucciso Pio La Torre? Un libro nel 30° anniversario

29 04 2012

Pio La Torre viene ucciso il 30 aprile del 1982. Indagini farraginose e un lunghissimo processo indicheranno come movente dell’omicidio la proposta di legge sulla confisca dei patrimoni mafiosi, di cui era stato il più deciso sostenitore. Esecutore: Cosa nostra. Un movente tranquillizzante. Un mandante rimasto nell’ombra. In realtà, con la morte di La Torre si compie un ciclo di grandi omicidi politici iniziati con l’uccisione, nel 1978, di Aldo Moro e proseguito, nel 1980, con la soppressione di Piersanti Mattarella, presidente democristiano della Regione Sicilia. Uomini che volevano un’Italia libera dal peso della mafia-politica e dall’influenza delle superpotenze. Dalle carte dei servizi segreti risulta che La Torre viene pedinato fino a una settimana prima della morte. Nel 1976, la sua relazione di minoranza alla Commissione parlamentare Antimafia passerà alla storia come il primo atto di accusa contro la Dc di Lima, Gioia, Ciancimino e la mafia finanziaria. Trent’anni dopo l’omicidio, l’esperienza complessa e straordinaria di La Torre spiega molto delle sorti attuali della Sinistra e della democrazia nel nostro Paese. E per la prima volta si cerca di leggere in controluce un delitto colmo di episodi per troppo tempo tenuti all’oscuro. Chi ha ucciso Pio La Torre? Un libro di Paolo Mondani e Armando Sorrentino, con la prefazione di Andrea Camilleri. Editore Castelvecchi. Aprile 2012.

Tag: 50 anni matrimonio





14 01 2012




Il Bollettino (giugno 2011)

13 07 2011





Il Bollettino

23 02 2011





Ecco i Garibaldini

18 05 2010
L’amministrazione comunale ha accolto la delegazione della associazione nazionale dei Garibaldini che in questi giorni sta ripercorrendo l’itinerario dei Mille.
Il 25 maggio 1860 Garibaldi si fermò a Marineo prima di raggiungere il generale La Masa a Gibilrossa. Alla cerimonia di commemorazione hanno partecipato gli alunni delle scuole del paese. Nell’occasione, il sindaco Franco Ribaudo ha ricordato ai ragazzi valori fondanti dell’Unità d’Italia.




Usef (Unione siciliana emigrati e famiglie)

30 04 2010
MARINEO. Il sindaco di Marineo Franco Ribaudo è stato eletto presidente provinciale dell’Usef (Unione siciliana emigrati e famiglie). L’associL’associazione, nata nel 1970 con l’obiettivo di assistere ed organizzare i siciliani emigrati, attualmente sta cercando di impegnarsi sia per l’apertura di nuovi sportelli di servizi agli emigrati ed agli immigrati, sia per la ricostruzione documentaria di una storia dell’emigrazione siciliana. La rivista Emigrazione siciliana dedica inoltre due pagine alle iniziative organizzate nel 2009 a Marineo in occasione della Giornata dell’emigrato.azione, nata nel 1970 con l’obiettivo di assistere ed organizzare i siciliani emigrati, attualmente sta cercando di impegnarsi sia per l’apertura di nuovi sportelli di servizi agli emigrati ed agli immigrati, sia per la ricostruzione documentaria di una storia dell’emigrazione siciliana. La rivista Emigrazione siciliana dedica inoltre due pagine alle iniziative organizzate nel 2009 a Marineo in occasione della Giornata dell’emigrato.







Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.